Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti al loro uso

Pro loco Latiano

4j8aa85c
4j8aa85r
4j8aa85t
bar
cucinpr
foto
mist
quadriinperiali
sri

Chiesa del Sacro Cuore

Chiesa del Sacro CuoreSituata in via Osanna, la Parrocchia del Sacro Cuore, riecheggiando lo stile romano, presenta una struttura semplice ed essenziale. Nel settembre del 1925 per volontà della nobildonna latianese Giacinta De Nitto ebbero inizio i lavori di costruzione della Chiesa affidati da Giacinta a Floriano Stranieri di Oria su progetto dell’ingegnere Salerno di Francavilla Fontana. L’edificazione fu completata il 31 dicembre 1926, divenne rifugio per i soldati durante la guerra e solo nel 1950 fu aperta al culto. Fu eretta Parrocchia il 17 marzo 1951; con la presa di possesso da parte del primo Parroco don Leonardo Delfino, la Chiesa fu dedicata al Sacro Cuore durante una solenne celebrazione alla presenza del Vescovo Alberico Semeraro, del sindaco di Latiano e di altri importanti funzionari. Tra il 1958 e il 1959 si predispose l’ampliamento della Chiesa e la costruzione di locali attigui; il progetto venne elaborato dall’architetto Lorenzo Cesanelli di Roma ispirandosi al colonnato del Bernini di piazza San Pietro a Roma; ma lo Stato non assegnò l’importo previsto a causa dei danni bellici, così fu possibile solo costruire la gradinata, la sacrestia, sostituire le vetrate e collocare i canali di scolo delle acque. Pochi mesi dopo il Parroco chiese al Comune un cantiere di lavoro per l’ampliamento delle Chiesa, la richiesta fu accolta e si diede inizio ai lavori. Nel 1963 su richiesta di don Leonardo Delfino furono costruiti dei locali attigui alla Chiesa (destinati all’ufficio parrocchiale e all’Azione Cattolica) e un campanile alto 5 metri. Con l’arrivo del nuovo Parroco, don Giovanni Zanzarelli, venne sostituita la copertura della chiesa, era il 1973. Nel 1983 l’Assessorato ai lavori pubblici della Regione Puglia approvò un progetto relativo alla ristrutturazione dei locali parrocchiali, che furono ultimati nel 1984. Anche don Antonio Ribezzi propose l’ampliamento della Chiesa, che determinò la trasformazione della pianta da asse longitudinale a croce latina; nel transetto a destra vi è un Battistero ispirato a quelli paleocristiani, a sinistra un tabernacolo del Santissimo Sacramento. Il 25 giugno del 1995 ebbero inizio i lavori con una celebrazione ufficiale presieduta dal Vescovo e alla presenza delle varie autorità. Completato l’ampliamento furono realizzati l’altare ed altri segni sacri come l’Ambone, il Leggio, opere degli artisti locali Conte e Giuliano.

 

phoca thumb l scuo1 scuo2

Associazione Pro loco Latiano - piazza Umberto I 57 - c.f. 80008230742 - p.i.01314350743
Tel/fax +39(0)831 721096 - c.c.p 10614725
prolocolatiano@libero.it - prolocolatiano@pec.it