Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti al loro uso

Pro loco Latiano

4j8aa85c
4j8aa85r
4j8aa85t
bar
cucinpr
foto
mist
quadriinperiali
sri

Chiesa di Sant’Antonio

ssa2La chiesa, al centro del paese, si affaccia su un’ampia piazza, dedicata al beato Bartolo Longo. Si fa risalire il più antico e modesto impianto al XVI secolo. Agli inizi del secolo successivo ebbe un primo ampliamento ad opera del feudatario del luogo. Nel suo aspetto sobrio cela caratteristiche che denotano modifiche e rimaneggiamenti nelle varie epoche: la navata centrale risale ai primi anni del XVIII secolo e nel 1875 furono aggiunte le navate laterali. Nel 1654 divenne sede dell’ Arciconfraternita della Morte. Nel 1927 fu sostituito il soffitto ligneo decorato dal pittore locale Barnaba Zizzi, datato 1775, al cui centro vi era una tela ovale raffigurante la Madonna con le Anime del Purgatorio. Si conservano vari dipinti di varie epoche fra cui la serie delle “Via Crucis” in tela ,opera di pittori salentini e le statue dei Misteri della Passione del Signore per la processione del Venerdì Santo. L’imponente facciata, che ne delinea l’impianto interno a tre navate, si presenta lineare e sobria ed è suddivisa in tre parti in senso verticale, da paraste tuscaniche e si sviluppa su due piani. La parte superiore, corrispondente alla navata centrale, è caratterizzata un timpano spezzato mistilineo, con pinnacoli ai lati. Al centro si apre il portone d’ingresso, sormontato da un timpano spezzato ed ai lati, corrispondenti alle navate laterali, si aprono accessi alla chiesa con timpani curvilinei sostenuti da mensole a volute. L’interno è di chiaro stile neoclassico e presenta l’altare maggiore ornato da marmi policromi intarsiati e motivi decorativi ssa1racchiudono la tela dell’ Annunciazione, della fine del XVIII secolo, che raffigura l’annunciazione dell’Angelo Gabriele alla Vergine, in una cornice di angeli e cherubini sotto lo sguardo dell’Eterno Padre. Lungo la navata laterale sinistra, il primo altare, dedicato a S. Anna, custodisce nella nicchia centrale la statua della Santa. Il secondo altare conserva una pregevole tela dedicata alla Madonna delle Anime Purganti, opera dell’artista R. Caretta, datata 1923. La navata termina con la cappella del Calvario, in cui l’altare, posto lungo la parete sinistra, conserva la statua del Cristo Morto. Inoltre, la cappella ospita le statue dei Misteri della Passione del Signore per la processione del Venerdì Santo. Lungo la navata laterale destra, il primo altare, posto in corrispondenza dell’altare di S. Anna, è dedicato ai Santi Medici con tela che li raffigura. Segue la cappella di Sant’Antonio di Padova, il cui altare nel XIX secolo, si presentava secondo una descrizione di fine ‘800 della chiesa , in pietra bianca d’ordine ionico con ciborio e con un quadro con cornice dorata. L’altare, nel suo stile neo-gotico, è stato rifatto negli anni ’30, contrastando con lo stile dominante della chiesa. Al centro dell’altare, in una nicchia lobata, è custodita la statua lignea di Sant’Antonio. In corrispondenza della cappella del Calvario, è l’altare della Madonna del Buon Consiglio, che conserva la statua in cartapesta, del XIX secolo, raffigurante la Vergine. Le pareti della chiesa sono impreziosite dalle Via Crucis in tela, databili al XVIII secolo, opera di artisti salentini.

 

Associazione Pro loco Latiano - piazza Umberto I 57 - c.f. 80008230742 - p.i.01314350743
Tel/fax +39(0)831 721096 - c.c.p 10614725
prolocolatiano@libero.it - prolocolatiano@pec.it